Dolci, le abbuffate danneggiano la memoria

imagesAttenzione alle abbuffate di dolci, di quelli natalizi in questo periodo. Basta uno sgarro alle regole per diminuire le capacità cognitive cerebrali. Dosi elevate di zucchero, infatti, anche consumate raramente, alterano rapidamente la memoria e i danni sono permanenti.  Per la proma volta lo dimostrano sui topi i ricercatori della School of medical science della university of New South Wales, a Sydney, con un ricerca pubblicata sulla rivista “Brain, behavior and immunity”.  Agli animali è bastato bere acqua zuccherata in dosi elevate per qualche giorno e, nonostante si alimentassero generalmente in modo sano durante il resto dell’anno, hanno dimostrato grande difficoltà nel fare azioni che riuscivano loro con facilità, come trovare alcuni oggetti spostati dagli scienziati in zone separate delle gabbie.  Associata alla confusione i medici australiani hanno osservato un aumento dello stato infiammatorio dell’area dell’ippocampo, area del cervello addetta alla memoria spaziale. «La scoperta è importante perché pensiamo possa fare luce anche sul processo di declino cognitivo umano – dice Margaret Morris, fra gli autori dello studio -. Ci ha sorpreso la velocità con cui si è verificato il deterioramentodella memoria in rapporto al consumo di zuccheri. Abbiamo anche visto che il danno permane anche quando i topi hanno ripreso a mangiare in modo sano».

Caprese al tonno

Ingredientiindex
Dosi per: 4 persone

  1. 2 Mozzarelle Santa Lucia da 125g
  2. 3 pomodori grandi da insalata
  3. 50g di rucola
  4. 50g di valeriana
  5. 150g di tonno al naturale
  6. 50g di capperi
  7. 2 acciughe sott’olio
  8. 1 mazzetto di basilico
  9. olio extravergine d’oliva
  10. sale
  11. pepe bianco

Preparazione di Caprese al tonno

Lavate bene i pomodori e tagliateli a spicchi: tagliate la Mozzarella Santa Lucia a fettine non troppo sottili e fate scolare il tonno. Lavate e asciugate bene le insalate e disponetele su un piatto da portata al cui centro avrete messo il tonno e tutto attorno gli spicchi di pomodoro e di Mozzarella Santa Lucia alternati. In una ciotola a parte preparate un trito di capperi, basilico e acciughe: aggiungete sale e pepe bianco e, una volta versato l’aceto balsamico, mescolate bene fino ad amalgamare il tutto. Condite l’insalata con la salsa appena preparata. Aggiungete, infine, un filo d’olio extravergine d’oliva.

 

Ricette di Natale: rotolo di vitello farcito

Ingredienti per il rotolo di vitello farcito (dosi per 4 persone):rotolo-di-vitello

  • noce di vitello disossata e aperta a libro 1 Kg
  • funghi porcini secchi 50 g
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • vino bianco
  • prezzemolo fresco
  • parmigiano reggiano grattugiato 30 g
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Preparazione:

Mettete i funghi secchi in una ciotola ad ammollare per 20 minuti in acqua tiepida, poi sgocciolateli e tagliateli a pezzetti; filtrate l’acqua di ammollo attraverso un colino a maglie strette foderato con un telo. Scaldate un cucchiaino di olio con lo spicchio di aglio e spellato e rosolate i funghi per 2 minuti a fiamma media. Spegnete, regolate di sale e pepe ed eliminate lo spicchio di aglio.

Spuntate la carota, spellatela con il pelapatate e lavatela. Lavate anche la costa di sedano, quindi spellate la cipolla e riducete tutti e tre gli ingredienti a dadini.

Disponete la carne su un foglio di carta da forno e disponetevi sopra i funghi, il prezzemolo tritato e il parmigiano reggiano a arrotolatelo. Scaldate 3 cucchiai di olio in una casseruola e rosolate l’arrosto arrotolato per circa 5 minuti, girandolo con un cucchiaio di legno.

Unite nella casseruola carota, cipolla e sedano, quindi sfumate con un bicchiere di vino bianco e lasciatelo evaporare. Chiudete con il coperchio, abbassate la fiamma al minimo e cuocete per un’ora, irrorando di tanto in tanto con un cucchiaio di acqua dei funghi e girandolo.

Togliete il coperchio, regolate di sale e pepe e proseguite la cottura per altri 15 minuti. Tagliatelo a fette e servite insieme a verdure al burro.

Crêpes salate: 10 saporite ricette

crepes-salateLe crepes, o in italiano le crespelle, sono sottili frittatine a base di latte, uova e farina, che si prestano a mille gustose preparazioni. Tutti conoscono quelle dolci, come le famosissime crepes con la Nutella o le crepes Suzette, ma ci sono anche tanti piatti salati che si basano su questa preparazione. Per prima cosa vi illustriamo come preparare le crepes salate di base, e poi vi proponiamo tante ricette per farcirle, che permetteranno di soddisfare i gusti di tutti: crepes con i formaggi, con le verdure, con il pesce e con i salumi. Tutti i piatti a base di crepes sono perfetti per una cena o un pranzo con ospiti, visto che possono essere preparati in gran parte in anticipo, e al momento di servirli basta passarli in forno o sulla piastra.

Come fare le crepes salate

Per le preparazioni salate a base di crepes si possono usare le classiche crepes bianche a base di farina di grano, oppure seguire la tradizione bretone e preferire quelle più scure e saporite a base di grano saraceno, dette in francese galette (queste ultime sono poi adatte ai celiaci visto che il grano saraceno non è un vero cereale). Per una perfetta riuscita delle crepes salate, come pure di quelle dolci, è importante il tempo di riposo della pastella, quindi preparatela per tempo. Le crepes poi possono essere ripiegate in vari modi: arrotolate, a ventaglio (piegandole a metà e poi ancora a metà), a fagottino (legandole con fili di erba cipollina o striscioline di guaina di porro), oppure a rettangolo chiuso o aperto secondo la tradizione bretone. Nella fotogallery associata a questo post potete vedere tutti questi possibili modi per ripiegare le crepes.

Crepes salate: le ricette tradizionali

Iniziamo con la classica ricetta bretone per le crepes salate, che prevede la farcitura con formaggio, prosciutto ed uova, e la classica piegatura quadrata e aperta: Oltralpe queste sono chiamate “crepes complete”. Dalla Francia e precisamente dalla Picardia arriva anche la ricetta delle ficelle, ovvero crepes arrotolate farcite con prosciutto, formaggio e funghi e gratinate dopo averle cosparse con besciamella. Le crepes si possono servire anche semplicemente spalmate con del burro, come fanno i francesi, meglio conosciute come crepes al naturale. Anche in Italia abbiamo delle ricette tradizionali a base di crepes, come le famose e buonissime scrippelle ’mbrusse (crespelle in brodo) della cucina abruzzese, rese molto gustose dal formaggio pecorino.

Crepes salate: le ricette classiche
Qui trovate alcune tra le più saporite ricette classiche a base di crepes:

Crepes salate: le ricette creative
Le crepes di loro sono un ingrediente abbastanza neutro che permette agli chef di sbizzarrirsi a piacere, tra le molte ricette abbiamo selezionato:

Le crepes intere o tagliate a striscioline possono sostituire la pasta per preparare dei primi piatti raffinati, tra le molte ricette di questo tipo abbiamo selezionato:

Fusilli asparagi e speck

fusilli-asparagi-e-speck-8-300x225Ricetta Fusilli asparagi e speck

Ingredienti per 4 persone

  • 320 gr. di fusilli al farro integrale
  • 1 mazzetto di asparagi (puliti c.a. 300 gr.)
  • 70 gr. di speck
  • 60 gr. di caprino fresco non cremoso
  • olio
  • sale
Portata: Primi piatti
Difficoltà: Facile
Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di cottura: 10 minuti
Tempo totale: 25 minuti

Procedimento
Mettete a bollire l’acqua per la pasta e nel frattempo preparate il condimento.

Lavate gli asparagi e poi eliminate la parte dura del gambo (si può fare con le mani semplicemente piegando l’asparago che si spezzerà nel punto giusto).
Tuffateli in acqua bollente salata e fateli lessare per pochi minuti (quelli più piccoli anche solo 2 minuti). Scolateli e immergeteli in una ciotola di acqua molto fredda così da preservare il colore.

Tagliateli a tocchetti lasciando intatte le punte.
Tagliate a dadini lo speck.

Fate saltare gli asparagi senza le punte in un tegame con un pò d’olio.
Poi aggiungete lo speck..
e da ultimo le punte.
Quando la pasta è quasi pronta preparate la fondutina di caprino. Tagliatelo a dadini e mettetelo in un tegamino con un paio di cucchiai di latte. Fatelo fondere dolcemente.

Scolate la pasta e aggiungetela al condimento conservando un pò di acqua di cottura.