Gelato al limone e basilico con biscottino ai pinoli

INGREDIENTI

Per il gelato

succo di limone
400
acqua
200 gr
farina di carrube
5
zucchero semolato
220 gr
panna fresca liquida
180 gr
basilico
10 foglie
Per il biscottino ai pinoli

albumi
60 gr
zucchero semolato
20 gr
zucchero a velo
35 gr
farina di pinoli
45 gr
zucchero a velo
20 gr
Per il basilico cristallizzato

basilico
6 foglie
albume
1
zucchero semolato
30 gr

C_4_ricetta_2432_upiFoto

PROCEDIMENTO
Iniziate con il gelato: per prima cosa realizzate uno sciroppo con acqua e zucchero. Poi tritate le foglie di basilico e una volta che lo sciroppo inizia a bollire le aggiungete e le lasciate in infusione per almeno 2-3 ore. Una volta che lo sciroppo sarà freddo filtratelo in modo da eliminare i pezzetti di basilico e aggiungere la panna fresca.
A questo punto aggiungete alla base la farina di carruba, uno stabilizzante completamente naturale che si aggiunge a preparazioni dolci o salate per addensarle, e il resto della panna. Versate il composto nella gelatiera e fate girare per 30 minuti.
Preparate il biscottino ai pinoli che farà da base al gelato. In un cutter frullate i pinoli insieme allo zucchero a velo. In una planetaria, invece, montate gli albumi insieme allo zucchero ed allo zucchero a velo per realizzare la meringa. Quando il composto sarà schiumoso mettetelo in una sac a poche senza bocchetta e create dei cerchi di 5 centimetri di diametro su un foglio di carta forno adagiato su una leccarda. Infornate i dischetti e fateli raffreddare; anche quando il gelato si sarà raffreddato potete creare il vostro dolce.

Cannelloni di speck e melone alla menta

I cannelloni di speck sono un antipasto sfizioso e facilissimo da realizzare. Scenografici e profumati da tante erbe aromatiche diverse, i cannelloni di speck si accompagnano benissimo con il melone che, in questo caso, ho preparato in palline condite con menta fresca. La dolcezza e la freschezza del melone si sposano benissimo col sapore deciso dello speck, una vera delizia!

C_2_ricetta_180_upiFoto

INGREDIENTI

melone di grandezza media
un
rametto di menta fresca
un
fettine sottili di speck
8
formaggio fresco spalmabile
200 g
foglie di salvia
2
rametto di maggiorana
un
rametto di timo
un
foglie di basilico
4 o 5
rametto di rosmarino

PROCEDIMENTO

Dividete il melone a metà, eliminate i semi e formate tante palline con la sua polpa utilizzando uno scavino. Raccogliete le palline di melone in una ciotolina e conditele con le foglioline di menta tritate. Coprite con pellicola e fate insaporire in frigorifero per 30 minuti.
Nel frattempo, mescolate il formaggio spalmabile con le erbe tritate finemente e farcite ogni fetta di speck con un cucchiaino di formaggio.
Arrotolate la fetta di speck per formare il cannellone e proseguite in questo modo fino a esaurimento degli ingredienti.

Farfalle con zucchine e speck

Le farfalle con zucchine e speck sono un primo piatto veloce e saporito realizzato con un condimento a base di zucchine insaporite da speck, panna e parmigiano grattugiato. Le farfalle sono molto adatte a questo tipo di condimento ma potete utilizzare anche altri tipi di pasta corta. Il tocco finale è dato dall’erba cipollina, bella da vedere e profumata per dare un sapore particolare alle farfalle con zucchine e speck!

C_2_ricetta_1242_upiFoto

INGREDIENTI

Per mantecare
panna da cucina
2 cucchiai
parmigiano grattugiato
20 g
Per decorare
erba cipollina

PROCEDIMENTO
Lavate e mondate le zucchine. Asciugatele e tagliatele a rondelle. Soffriggete la cipolla tritata nell’olio e nel burro, quando sarà imbiondita aggiungete le zucchine e fatele saltare per qualche minuto a fuoco vivace. Regolate di sale (tenete conto della sapidità dello speck e del parmigiano) e portate le zucchine a cottura. Un minuto prima, aggiungete lo speck tagliato a listarelle larghe ma sottili. Mescolate velocemente. Nel frattempo, lessate le farfalle in abbondante acqua bollente salata.
Mantecate con la panna e il parmigiano grattugiato, aggiungendo se necessario qualche cucchiaio di acqua di cottura. Scolate le farfalle al dente e aggiungetele al condimento per insaporire il tutto.

Baccalà con olive taggiasche, melanzane e pachino

È uno degli ortaggi protagonisti della stagione estiva: per il suo basso contenuto in lipidi e calorie e per le sue proprietà diuretiche, la melanzana è considerata un super cibo anti cellulite.

C_2_ricetta_1992_upiFoto

INGREDIENTI

baccalà
1,2 kg
melanzane
3
pachino
500 g
olive taggiasche a piacimento
basilico
sale
olio
pepe

PROCEDIMENTO

Avvolgere il baccalà in una pellicola e immergerlo in acqua calda per circa 40 minuti. Nel frattempo prepariamo le melanzane a funghetto dopo averle tagliate e dissalate. Aggiungere i pomodori pachino non conditi e far soffriggere il tutto. Una volta pronto il baccalà, tagliarlo a cubetti e condirlo con olio, sale e pepe, per poi porlo sopra alle melanzane a funghetto. A conclusione, sopra il baccalà, mettere le olive taggiasche e una fogliolina di basilico. In alternativa si può spolpare il baccalà, mettere tutti gli ingredienti in una ciotola e impastare sino a creare una sorta di budino.
Per le melanzane a funghetto: prendere una melanzana, tagliarla, senza togliere la buccia, e togliere i semi. Tagliarla a cubetti, scaldare nell’olio con sale per circa 12 minuti. Aggiungervi dei pomodori pachino a metà cottura. Una volta pronte passarle nella carta assorbente così da trattenere l’olio in eccesso.

I 5 salumi italiani più salutari

I salumi sono sempre molto apprezzati per il loro gusto saporito. Mangiarli è un attentato alla nostra salute e alla nostra dieta? Assolutamente no. Basta scegliere quelli giusti e stare attenti con le quantità.

C_2_fotogallery_3080503_0_image

Chi non ama un bel panino con il salame o la mortadella? I salumi sono sempre molto apprezzati per il loro gusto “godurioso”e saporito. Mangiarli è un attentato alla nostra salute e alla nostra dieta? Assolutamente no. Basta scegliere quelli giusti e stare attenti con le quantità. Vediamo insieme quali sono i 5 salumi più salutari.
1. Bresaola 175 kcal: Il salume più leggero in assoluto e adatto a chi si vuole mantenere in forma è la bresaola. Accompagnata con delle scaglie di grana e qualche goccia di aceto balsamico, essa diventa un piatto sano e allo stesso tempo gustoso.

2. Prosciutto crudo magro 159 kcal: Seppur abbastanza salato e saporito, il prosciutto crudo (rigorosamente privato del grasso) rientra come secondo classificato tra i salumi più magri. Abbinato a delle gallette di riso o a qualche fetta di pane con insalata e pomodori, esso è l’ideale per un pasto veloce e con pochi grassi.

3. Culatello 198 kcal: Con le sue 198 Kcal il culatello si trova alla terza posizione. Simile al prosciutto crudo, ma più pregiato. Per degustare un piatto povero di grassi abbinare il culatello con le verdure fresche, sott’aceto o con qualche grissino per aperitivo.

4. Prosciutto cotto 215 kcal: Versatile, leggero, digeribile: il prosciutto cotto è una carne conservata, più precisamente è un salume cotto non insaccato e parzialmente ricoperto di cotenna. E’ un ottimo sostituto di carni magri, utilizzato in molti piatti semplici, adatto a i bambini e concesso anche a donne in gravidanza. In un panino o abbinato a della verdura, esso rappresenta un pasto sano e nutriente.

5. Lonzino 234 Kcal: Il lonzino è una specialità italiana unica, frutto della lavorazione delle parti più nobili del suino. La carne è tenera di colore chiaro dal gusto delicato. Ideale come piatto leggero e salutare insieme a verdure crude o cotte.